Miss Francia 2022: 5 cose da sapere su Lolita Ferrari, Miss Poitou-Charentes

Pubblicato da admin il

Di Damien Mercereau, Traduzione di Elena De Piccoli.

9/12/2021

Desiderosa di diventare una modella, Lolita Ferrari (1,71m) ha come ispirazione la brasiliana Adriana Lima, che lei ammira per il suo carisma e il suo impegno umanitario.

“Non le manca nulla: la bellezza, l’intelligenza e il cuore”.

Si identifica in particolare con il percorso di Vaimalama Chaives, Miss Francia 2019. “Qualche anno fa pesavo 16kg in più, giocavo a rugby, avevo molti complessi riguardo al mio corpo e non stavo bene -ci ha confidato- Come lei, sono riuscita a perdere peso e a trovare il mio modo personale di sbocciare”.

Vorrebbe approfittare del suo percorso all’interno del concorso di Miss Francia per difendere i diritti delle donne e sostenere che non deve essere imposta loro nessuna barriera. “Le donne sono libere di fare le loro scelte, non devono essere sminuite né umiliate”.

 Secondo tentativo

“Ho ricevuto un annuncio per il casting due anni fa, il comitato cercava delle candidate per l’elezione di Miss Poitou-Charentes. Io lo sognavo da tantissimo tempo e quello è stato il mio momento “ora o mai più” per buttarmi. Al mio primo tentativo, avevo concluso come seconda classificata, subito dopo Justine Dubois, e questo mi ha dato la voglia di tentare di nuovo la sorte e quest’anno ha funzionato. Questa volta ero più preparata e più volenterosa, sapevo che non avrei più avuto altre opportunità perché stavo raggiungendo il limite di età consentito per partecipare. Le persone hanno potuto percepire la mia motivazione”.

 Impresa familiare

 “Ho conseguito un diploma professionale in Relazioni con Clienti e Utenti, ormai lavoro nell’azienda familiare. Noi ci occupiamo di gestione degli affitti di case e appartamenti, e abbiamo una seconda attività nell’ambito dell’edilizia. Mi destreggio tra le due strutture, sono a capo della comunicazione, gestisco gli orari, le visite, l’amministrazione e la logistica. Ho sempre vissuto a Charente-Maritime, sulla costa di Rochefort dove sono nata. Ho la fortuna di vivere in una regione meravigliosa.”

 In partenza per “Fort Boyard” e “Ballando con le stelle”

 “Sono appassionata di cavalli da quando ero piccola, ne ho diversi e adoro occuparmene. Vado regolarmente a cavallo e faccio lunghe passeggiate in campagna. Amo gli sport acquatici come il paddle boarding e lo sci d’acqua che pratico con i miei amici. Mi piacerebbe partecipare allo spettacolo “Fort Boyard” un giorno, è un luogo turistico popolare nella mia regione. Ho avuto più volte l’occasione di fare il tour dell’edificio sugli sci d’acqua. I miei genitori hanno avuto l’opportunità di visitarlo una volta perché conoscono le persone giuste (ride). In tv adoro guardare “Ballando con le stelle”, è la mia trasmissione preferita. Vi parteciperei con piacere. E sono una fan di tutto l’universo di Harry Potter, ho persino delle bacchette magiche a casa! (Ride.)”

 Il sogno di fare la modella

 “Sono un po’ impaziente, non mi piace molto aspettare. Inoltre, sono motivata e determinata. Faccio tutto il possibile per raggiungere i miei obiettivi, a partire dall’accesso al titolo di Miss Francia. Conto di essere esattamente quella che sono durante il concorso, naturale, con la mia personalità. Sogno di avere una carriera come modella, è qualcosa che mi ha sempre attirata e voglio darmi la possibilità di provarci. Ho già fatto alcuni shooting fotografici nell’ambito di partnership e collaborazioni, ma si tratta ancora di piccole cose.”

 Origini Rom

“Mio nonno è italiano e mia mamma spagnola, sono originari di Marsiglia e si sono stabiliti a Tonnay-Charente, dove avevano uno sfasciacarrozze. Erano dei rigattieri. Mio padre ha lavorato con le automobili, le officine e il ferro, prima di aprire un’azienda con mia madre nell’edilizia e nella gestione degli affitti. La mia famiglia ha origini Romanì, mio padre si è sedentarizzato a Rochefort. Con il mio fratello più piccolo, Leo, che ha 20 anni, abbiamo ricevuto un’educazione in cui i valori della solidarietà familiare e dell’umiltà sono molto importanti”.

Condividi

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.